domenica, settembre 29, 2013

Questa mattina mi sono svegliato..

Questa mattina mi sono svegliato e pioveva forte..
Era ancora presto, sentivo il rumore delle gocce che cadevano e pensavo che stavano pulendo tutto..
Peccato la pioggia non riesca ad avere conseguenze anche sulla nostra scena politica, mi è venuto in mente..
Ero ancora tra il sonno e la veglia e ho immaginato una grande quantità di acqua che porta via politici delinquenti che mettono in ginocchio un paese pur di non rispettarne le leggi, politici servi che obbediscono supinamente, politici che manovrano per concedere impunità a politici delinquenti dopo essere stati inspiegabilmente (!) rieletti nella loro carica, politici demagoghi che sono solo in grado di fare comizi in piazza e approfittare della disaffezione degli italiani per la politica, politici che hanno vinto le elezioni ma che sono talmente incapaci da non essere in grado di governare o forse sono collusi anche loro con il delinquente.
Una grande cascata che portava via tutta questa sporcizia, questa morchia che intasa il funzionamento del paese pretendendo invece di tenerlo in vita, di essere l'unico mezzo per evitare che il resto del mondo perda fiducia nelle capacità della nostra nazione (!!).
Che ci restituisse un paese vivibile con cittadini partecipi e attivi, fiduciosi nel sistema e messi in condizione di vivere un'esistenza dignitosa, capaci di reagire alla perdita di valori coesivi e alla continua espansione del malaffare e della corruzione. E con un sistema educativo statale con docenti preparati, studenti motivati, strutture decenti, per un futuro fatto di una società di persone consapevoli e competenti. E con un'economia in grado di rinnovarsi non solo attraverso tagli alle spese, ma attraverso la ripresa della produzione, per ridare competitività ad un sistema drogato dagli aiuti statali e che troppo spesso ha tra i suoi imprenditori personaggi solo in grado di approfittare delle sovvenzioni o delle delocalizzazioni feroci.
Un paese normale insomma.
Poi la pioggia ha smesso di cadere e mi sono riassopito.
E al risveglio sapete già cosa ho trovato..