venerdì, maggio 11, 2012

JP Morgan perde 2 miliardi di dollari


la JP Morgan, la più grande banca degli USA, una delle protagoniste della crisi del 2008, ha dichiarato una perdita di 2 miliardi di dollari dovuta a manovre di mercato sbagliate effettuate nelle ultime 6 settimane.

Il Prof Mark Williams della Boston University, e un ex regolatore della Federal Reserve, afferma che i contribuenti debbono essere preoccupati da queste perdite commerciali. "I contribuenti sono in defintiva quelli che pagano per salvare questi banche "troppo grandi per fallire". Ed è quello che è la JPMorgan - troppo grande per fallire", ha detto ai microfoni della trasmissione radiofonica BBC World Service. "Come può una banca che si suppone essere la prima banca nella definizione del ruolo di leadership permettersi di prendere tali rischi?"

from BBC * on line  (eng)
from LATimes * on line (eng)
from NYTimes * on line (eng)

notizia sconosciuta ai media italiani al momento in cui scrivo questo post.

Nessun commento: