giovedì, settembre 22, 2011

ancora droni. questa volta in Africa

Reaper-drone-aircraft, Nevada
una rete di basi dove sarannno ospitati droni è in costruzione da parte degli Usa in Africa, destinati a controllare e colpire la pirateria e il terrorrismo.
una sede sarà l'Etiopia, una alle Seychelles - anzi sarà riaperta perchè era già stata aperta per un periodo in precedenza con l'obbiettivo di controllare la Somalia.
missioni di pattugliamento per l'area della Somalia e dello Yemen erano già in atto in passato con base di partenza Gibuti (Djibouti)
lo scopo dichiarato di questa nuova operazione che utilizza i temibili mezzi senza piloti a bordo in questa area è la crescente preoccupazione da parte degli Usa per il pericolo di nuovi focolai di integralismo legati ad al-Quaida.

sarebbe interessante sapere quanti di questi droni - con scopi bellici e non - sono oggi in azione nel mondo e quanti gli Stati Uniti stanno considerando di impiegare nel prossimo futuro. sicuramente un metodo di controllo e di repressione senza precedenti che sottomette al monitoraggio tecnologico americano tutti i paesi del mondo..


dal Guardian * on line (eng)

Nessun commento: