lunedì, gennaio 31, 2011

lista civica per Torino

in primavera ci saranno le elezioni per il sindaco di Torino. In una realtà politica molto triste, in una regione che ha già visto la lega prendere - con modalità che hanno interessato anche la magistratura - la presidenza, con una situazione economica e occupazionale in grande fermento, non possiamo permetterci di sbagliare.

Non credo Fassino sia la scelta giusta per Torino e per diversi motivi: intanto rappresenta una struttura vetusta - che abbiamo chiesto a gran voce di rinnovare negli ultimi anni, senza essere ascoltati. E poi con la scelta di appoggiare il ricatto di Marchionne ha, a mio avviso, snaturato i valori di una Sinistra che il PD non rappresenta più in una realtà come quella torinese che ha dimostrato di non voler diktat ma partecipazione.


La proposta di una lista civica che sostenesse Airaudo, l'esponente della Fiom, non ha avuto successo per l'indisponibilità del candidato che ha preferito continuare il suo cammino di sindacalista (giustamente, visto la situazione del sindacato in Italia)


ora ci vorrebbe una proposta nuova.


sempre all'interno di una lista civica - la politica che abbiamo oggi ha sempre meno appeal..


magari una ricercatrice, visto il peso che gli studenti universitari hanno avuto nelle proteste di questi ultimi mesi in città.

qualcuno che con la vita precaria che è costretta a vivere conosce bene la difficile realtà di molti cittadini e che con la preparazione acquisita sia in grado di muoversi nell'amministrazione.


o magari uno come Raphael Rossi, l'ex dipendente specializzato nella progettazione di sistemi per la raccolta differenziata, quello che è stato licenziato dall'Amiat dopo aver denunciato una vicenda di corruzione e turbativa d'asta all'interno dell'azienda, e che invece di essere premiato è stato in seguito alla sua denuncia isolato dalla politica, poi lasciato solo dai vertici dell'azienda dove lavorava e infine anche dall'amministrazione uscente.


qualcuno di nuovo


qui il link per la versione web di un articolo relativo alla vicenda di Raphael Rossi da il Fatto Quotidiano on line

Nessun commento: