lunedì, novembre 23, 2009

Cucchi: i risultati cambiano alla seconda autopsia

vergognoso.
come sempre più spesso mi capita di giudicare un crescente numero di fatti che avvengono nel nostro paese in questi anni.

alla seconda autopsia di Stefano Cucchi, 33 anni - arrestato il 16 ottobre scorso e morto all'ospedale "Sandro Pertini" (povero Presidente, chissà se avrebbe mai pensato di vedere il suo caro paese in queste condizioni ndr) dopo una settimana, ucciso da chi ne avrebbe dovuto assicurarne l'incolumità in quanto detenuto - vengono riscontrate lesioni al cranio, alla mandibola e alla colonna vertebrale.
"sono molteplici e recenti - rispetto alla data del decesso - i traumi riscontrati sul corpo di Cucchi" e alla prima autopsia "non sarebbero state notate", dichiara il suo avvocato dopo le nuove visite mediche.
a parte mettere subito in questione la competenza e le responsabilità delle certificazioni dei medici della prima autopsia, e pregare i politici che non sanno cosa dicono di tacere, ci si chiede come sia stato possibile il verificarsi di un abuso del genere da parte di queste squallide figure che hanno infierito fino ad uccidere un ragazzo che non poteva neanche difendersi.

aspettiamo con ansia che le procure d'Italia riaprano fascicoli di reati simili per accertare che i delinquenti siano solo da una parte delle sbarre.

miserabili.

-----------------------------

qui il link per la versione web della notizia da il Corriere della Sera on line

Nessun commento: