sabato, ottobre 17, 2009

Soldi ai Talebani. "Esportiamo" democrazia o mazzette?

il contingente internazionale in Afghanistan avrebbe trovato un modo meno cruento rispetto allo scontro frontale per esportare la democrazia.
invece di contrastare militarmente i Talebani, avrebbe talvolta optato per comprare la pace corrompendo i Talebani con forti somme di denaro.
attività che sembra accettata dagli alti comandi della Nato e abbastanza diffusa tra gli appartenenti alla coalizione, o comunque praticata dal comando italiano..
però, quando il contingente italiano ha abbandonato la zona di Saroubi ed è stato rimpiazzato dai militari francesi, sembra che le informazioni relative alla situazione non siano state chiaramente comunicate, con il risultato che, mentre il nostro contingente ha subito 1 perdita in quella zona in vari mesi di permanenza, i francesi hanno subito in un mese la perdita di 10 militari, che probabilmente avrebbe potuto essere evitata.

se queste accuse fossero fondate, evidenzierebbero intanto una totale mancanza di trasparenza sulla reale gestione dell'operazione, poi una grave mancanza di comunicazioni interforze e poca lealtà e coesione tra compagini che dovrebbero agire sotto un progetto comune e condividere valori e tradizioni.

dopo la pubblicazione dell'articolo da parte del Times, da Roma sono subito arrivate le smentite più indignate.
e dopo poco, la notizia è praticamente sparita dai media.

qui in fondo alcuni links a giornali che hanno riportato la notizia..

mah..

------------------------------
qui il link per la versione web dell'editoriale di Concita De Gregorio sulla rubrica Invece da l'Unità
qui la versione web della notizia da il Corriere on line
qui la versione web della notizia da il Times on line (eng)
qui il link per la versione web della notizia dal Huffingtonpost on line (eng)
qui il link per la versione web della notizia da Liberation on line (fra)

Nessun commento: