sabato, agosto 15, 2009

il doge Galan e Machiavelli

riporto un estratto dell'articolo Le ribellioni del Doge Galan «Liberale, libertario e libertino» comparso sul Corriere della Sera del 15 Agosto 2009 dove scopro che il governatore della regione Veneto ha dichiarato al giornalista Gian Antonio Stella che:

"in politica, parafrasando Machiavelli, da cosa nasce cosa"..

Un'interpretazione che non ha precedenti, che ci svela un "illuminante" e "nuovissimo" concetto contenuto nell'opera del fiorentino ad oggi sconosciuta al resto del mondo intellettuale.
Probabilmente il governatore ha trovato una nuova fonte o uno scritto di Machiavelli di cui gli studiosi universitari non hanno notizia.
O si tratta dell'ennesima versione di machiavellismo, un poco casereccio, ibridato, inavvertitamente, da qualche film di Totò passato in tarda serata estiva?
Eventualmente si trattasse di una scoperta, complimenti vivissimi per la ricerca al governatore e al giornalista per lo scoop..

------------------------------------

la frase l'ho evidenziata in rosso così tutti potranno godere del "nuovo concetto" ...

"..... E quando gigioneggia sui confi ni ideologici («Noi veneti non li abbiamo, siamo nati con Marco Polo che andava in giro per imparare») e but ta lì che certo, lui è fiero di essere «tra i fondatori di Forza Italia» però «in politica, parafrasando Machiavelli, da cosa nasce cosa»? Il fatto è Giancarlo Galan non fa mistero di due insofferenze. La prima (sottile) è verso Berlusconi dal quale, rivendicando di avere garantito nel Veneto «vittorie a ripetizione, stabilità assoluta e quindici anni di governo senza uno scandalo», si aspet ta una parola netta dopo l’ipotesi di cedere la regione alla Lega....."
continua


boh...

-----------------------------------------

qui il link per la versione web integrale dell'articolo da il Corriere della Sera on line

Nessun commento: