martedì, aprile 14, 2009

referendum 21 giugno



tra ultim'ora e aggiornamenti sullo share delle disgrazie, sembra sia rimasto poco spazio ai media per informarci sulla querelle tra le due maggiori forze politiche italiche sulla data dei referendum.
Accorparle alle elezioni europee avrebbe fatto risparmiare 400 milioni di euro, più dell'importo riservato alla social card (poi non realmente erogati ndr) e che potrebbe essere ridistribuito a chi ne ha bisogno, siano essi terremotati o poveri economicamente.
Troppo pratico, intelligente, saggio accorpare le votazioni, sembra dire l'esecutivo.
Meglio sperare che la gente non vada a votare al referendum, che non si raggiunga il quorum che cancelli la legge "porcata" che porta il nome di quell'uomo dallo sguardo vuoto, Calderoli.

E così non si trova una riga per spiegare il referendum su uno solo dei mezzi di comunicazione di massa che influenzano l'opinione pubblica.
strano..

dobbiamo fare in modo che la legge porcata sia cancellata.
è molto importante per il nostro sistema paese avere più trasparenza su quanto succede nelle sedi dei partiti, siano esse corti monarchiche o stallaggi.

------------------------------


qui il sito del refendum on line

Nessun commento: