sabato, novembre 15, 2008

Chiamparino contro Motorola
















all'indomani della scoperta della volontà da parte della multinazionale Motorola (settore telecomunicazioni) di chiudere improvvisamente la filiale di Torino, il sindaco di Torino Sergio Chiamparino reagisce.
E chiama a raccolta anche i vertici della Regione e interpellerà in merito l'ambasciatore Usa in Italia.
Non si può considerare accettabile che, dopo aver fagocitato 11 milioni di euro di sovvenzioni, ora lo stabilimento chiuda e mandi a casa i 370 ingegneri che ci lavorano.
Possibile che la politica di sviluppo di un'azienda con i numeri della Motorola non avesse pianificato le strategie di gestione per il futuro fino ad annunciare la chiusura quando solo la settimana scorsa discutevano con il vicesindaco per la concessione di 2000 metri quadrati in più?
Ci si chiede se si possa considerare seria un'azienda che non segue planning consolidati.
Al Cda interpretano i fondi di caffè per decidere i piani di sviluppo?

----------------------

qui la versione web della notizia da la Repubblica on line

Nessun commento: