sabato, ottobre 18, 2008

Berlusconi liberista? prima.. ora si scopre statalista

un'altra bella opinione di Berluska che arriva dal Financial Time:
nell'articolo del FT, si parla del fatto che il signore di Arcore sfoggia uno statalismo mai visto prima da parte del fu paladino del liberismo ( almeno fino a quando non era lui lo stato ndr..) e che, dal punto di vista di uno dei più grandi quotidiani economici al mondo, l'adulazione che alcuni quotidiani italici ha verso di lui può essere definita "nord coreana" ( in corea del nord c'è un dittatore/presidente perpetuo..)

qui l'inizio dell'articolo che troverete nella sua completezza al link alle pagine dell'Unità che aggiungo in fondo al post:


"Chi l’avrebbe mai detto. Berlusconi il liberale, il self made man, quello che ha sempre visto come fumo negli occhi lo Stato “oppressore” che tarpa le ali all’iniziativa economica, adesso parla di aiuti di Stato alle industrie italiane come «imperativo categorico». L’antifona l’avevamo già capita con il caso Alitalia: Berlusconi ha fatto scappare AirFrance e favorito l’acquisto da parte di imprenditori italiani promettendogli in cambio di stralciare dall’azienda tutti i debiti. E la bad company se l’è accollata lo Stato. Senza parlare del prestito ponte da 300 milioni di euro che il Cavaliere ha trasformato in finanziamento a fondo perduto, e per il quale l’Europa ci chiede ancora spiegazioni..."

continua al link qui sotto


mah..

---------------------------------

qui la versione web della notizia da l'Unità on line

qui la versione web della notizia da il Financial Times on line - in inglese
------------------------------------


qui vengono riportate le dichiarazioni di Veltroni sulla onnipresenza dell'esecutivo sui media da un articolo in versione web nel sito de la Repubblica on line ( incredibilmente proprio la Repubblica si è distinta negli ultimi mesi nel riportare sondaggi assurdi sul consenso riportato dal premier.. misteri dei media..)

Nessun commento: