venerdì, settembre 19, 2008

Francia 2008: Lourdes 2

Lourdes 2

dopo un bel sonno, ho dedicato una parte della giornata a visitare la parte della città non coinvolta direttamente nelle attività relative alla Grotta. Quindi ho fatto un giro in paese verso il Municipio ( vedi foto - bella costruzione con dei bei giardini - dove stanno ripristinando le vasche di una fontana con la vetroresina, mi comunica il mio olfatto ndr) e al mercato. Qui non vendevano niente di religioso. Finalmente, direi. Ho poi visitato il forte che sovrasta il paese. Mi ha fatto ridere all'entrata una signora francese che, visto il prezzo del biglietto di ingresso, si è rivolta alla sua amica e le ha detto "che entriamo a fare, sono solo dei muraglioni.." E alla fine della visita, ho dovuto ammettere che aveva ragione lei. Ad un certo punto mi sono messo trovato davanti ad una chiesa e c'era un accompagnatore - emiliano - con un megafono che dava ordini al suo gruppo di fedeli su come muoversi. Stavano andando in quella chiesa ma il timing era stato calcolato male. Intanto c'era unafunzione in atto all'interno e non si poteva entrare per non disturbare la cerimonia e poi, sul piazzale antistante la chiesa, a pochi metri dal gruppo, faceva bella mostra di se un carro funebre, anche lui in attesa di entrare. C'è traffico nei sagrati a Lourdes, a volte. Continuando a passeggiare faccio un salto da MacDonald e scopro che i giovani francesi - e le loro mamme - subiscono il fascino del fast food. File di gente in attesa alla cassa. E sedute ai tavolini sul marciapiede tre ragazzine tirate da gara che , per farsi notare da qualcuno, fanno un casino pazzesco. Non mancano neanche i pellegrini in cerca di uno snack. Riesco in fretta e dopo aver consumato un sandwiche ( notare l'evoluzione linguistica con cui i francesi hanno nazionalizzato la parola inglese sandwich ndr) e una Orangina ( ancora la fanno!!) continuo il passeggio. Avevo notato già ieri sera una linea blu, ogni tanto interrotta dal disegno di una Madonna stilizzata e la scritta Cammino del Giubileo 1958-2008 ( vedi foto) che è stata disegnata su alcuni marciapiedi. Mentre cammino, vedo un gruppo che sta seguendo la linea e .. mi ci accodo, pur rimanendo a distanza, per curiosità. Dopo un paio di soste davanti a delle chiese,imboccano l'entrata di un ospedale e lì mi fermo. Scoperto cos'è il Cammino del Giubileo, decido che è ora, anche per me, di lanciarmi nell'acquisto di qualche souvenirs per le fedeli che aspettano un ricordo del mio passaggio qui, in Italia. Faccio un giro nella via principale ma non trovo niente che vada bene per il mio target e poi gli addetti alla vendita di questi negozi visitatissimi sono abbastanza antipatici. Mi infilo in una stradina laterale e dopo aver acquistato delle cartoline antiche di Lourdes che ancora prima di comprare so che non vedrò mai più, perché verranno seppellite in qualche cassetto della mia scrivania appena rientrato, entro in una negozio poco distante.
Dopo aver dato un'occhiata agli articoli, senza per fortuna essere marcato a vista da commessi vogliosi di vendere, scelgo cosa mi serve e vado alla cassa. Mentre pago e parlo con il gestore arriva un tipo che subito chiede " se ne compro 30 di questi rosari, che prezzo mi fai?" che irrita parecchio il proprietario. La risposta non tarda ad arrivare. "Non faccio sconti neanche se me ne compri 1000, qui non siamo mica al mercato" - che ha poco di comprensione cristiana ma che non guasta. Mentre il "mercante" esce per parlare con la moglie, il proprietario mi assicura che farà penare quel tipo "arrogante". Uscendo lancio uno sguardo al malcapitato e torno a depositare la mercanzia in camera. E poi.. non lo faccio, perché per strada vedo una scena che mi colpisce: una coppia si avvicina ad un prete di passaggio e si fa benedire gli acquisti! Non mi trattengo e faccio altrettanto. Il prete risulta poi essere italiano quindi la sua benedizione va bene anche per le persone che riceveranno i regali! Soddisfatto torno finalmente in albergo, mi libero dei pacchetti e agguanto la videocamera. Non ho fatto molte riprese e voglio documentare qualche scena di massa.. Torno alla basilica e visito le 2 chiese che la compongono e che ieri sera avevo trovato chiuse. Alcuni bellissimi mosaici nella chiesa di sotto e dappertutto ex-voto di ringraziamento. Intanto si è fatto tardi e dopo cena arrivo appena in tempo per la Via Crucis.( ieri sera mi ero stupito che si potesse cenare dalle 18 in avanti - ora capisco che molti cenano presto proprio per partecipare alla Via Crucis ndr) Come ho spiegato nel primo post, davanti alla basilica c'e un grande sagrato e poi una passeggiata lunga qualche centinaio di metri che dopo aver girato intorno ad una statua della Madonna, riporta al sagrato. Quando arrivo la celebrazione è già cominciata e la processione sta per muoversi. Fermo sulla porta principale d'entrata vedo un mare di candele accese che dal sagrato vengono verso la porta dove sono. Tutti hanno in mano la candela "d'ordinanza" ( tranne io che riprendo con la videocamera ndr). Si avvicinano pian piano tra inni cantati da tutti i presenti. Lentamente nel buio riesco a riconoscere meglio le facce, e vedo che in testa alla processione che si avvicina, dopo un gruppo di prelati che portano una raffigurazione sacra, viene un numero infinito di infermi su lettini. Per parecchio tempo la processione continua composta esclusivamente di malati, poi arrivano gli anziani che avrebbero fatto fatica a camminare per tutta la processione e sono seduti in carrozzina e aiutati, anche loro, dalle crocerossine o da volontari. Mentre il gruppo continua il suo cammino e comincia il ritorno verso il sagrato, il bagliore delle candele continua a illuminare la scena, e il numero delle persone non accenna a diminuire nel sagrato, da dove parte la processione. E' un happening di massa, vi dico. Una sola parola: impressionante. Arrivano poi i vari gruppi di pellegrini che per farsi riconoscere (??) portano bandiere della loro nazione di provenienza. La testa della processione è arrivata di nuovo al sagrato e continua per un cammino che sale alla seconda chiesa, quella in alto. E la gente continua a passarmi davanti, compatta e "candelata". Ogni tanto, tutti insieme, seguendo la preghiera, alzano le candele in alto creando un effetto scenico notevole. Tutto questo dura più di un'ora.. E stasera è lunedì.. penso che sia lo stesso tutte le sere dell'anno..
Bisogna vederlo per capire..
Quando la folla comincia a diminuire, vedo che molti si spostano alla Grotta per la messa serale..
A questo punto me ne vado perché sono veramente esausto di tutto questo bagno di folla.
La cassetta della videocamera oltretutto è finita, inaspettatamente.
Domani riparto e devo vedere che strada fare.
Manca poco al rientro a Torino e vorrei godermela ancora un poco prima di rientrare.

continua

Nessun commento: