venerdì, settembre 05, 2008

Ian Hibell



scrivo queste parole in memoria di un grande personaggio che ha trovato la morte a causa di un pirata della strada in Grecia dopo aver attraversato il pianeta pedalando.
da 40 anni mr Ian seguendo il suo istinto aveva cominciato a girare il mondo a bordo della sua bicicletta inventando il cicloturismo.
non si contano i km e i record di percorrenza.
non si conta neanche l'entità della perdita di un uomo la cui vita è stata dominata dalla passione per l'esplorazione, a mio avviso.
tra l'altro ha scritto anche un libro il cui titolo è "Into the remote places"

ovunque tu sei, buona strada

qui il link per un filmato su di lui on line su YouTube

qui il link per un articolo su di lui comparso sul Timesonline.co.uk

dallo stesso articolo riporto una sua frase e delle interessanti statistiche

..." in 2005, he said: “Every so often a bird gets up and flies some place that it’s drawn to. I don’t suppose it could tell you why, but it does it anyway.”.

-------------------------------------

Pedal power

— A cyclist can travel 1,037km (644 miles) on the energy equivalent of one litre of petrol

— Regular cycling can make you as fit as someone who is ten years younger

— A cyclist consumes 1/50th of the oxygen of a car making the same journey

— A twice daily half-hour commute will, over a year, consume the energy equivalent of 24lb of fat

— In 1949, 34 per cent of all mechanised journeys were made by bicycle. Fifty years later that figure had fallen to 2 per cent

— The rate of serious heart disease for civil servants who cycle 20 miles or more a week is 50 per cent lower than for their sedentary colleagues

Nessun commento: