mercoledì, settembre 17, 2008

AIG salvata dal Tesoro Usa

stavo leggendo la notizia del salvataggio della più grande compagnia assicurativa americana ad opera del Tesoro con un impiego di 85 miliardi di dollari.
questa è solo l'ultima, anche se per ora la più grande, azione di salvataggio di società private tenute in vita con i soldi pubblici, di recente.
un fenomeno che non ha precedenti negli States.
fino a qualche anno addietro, almeno negli Usa, le aziende che fallivano, fallivano e i responsabili di perdite milionarie erano puniti per il loro operato, multati e spesso erano mandati in carcere ( almeno là..).
sempre carceri meno pesanti di chi veniva condannato per il furto di una mela ma la storia è vecchia e non la cambieremo.

ora invece di punire i gruppi di investimento, i managers cannibali, i cda incompetenti, lo Stato, pure nel paese dove sembrava che non sarebbe mai potuto succedere - il paese del libero mercato, la "land of freedom" - li acquisisce.
E in questo modo scarica su chi paga le tasse gli errori di privati.
storia che conosciamo bene e che sta facendo una nuova evoluzione con Alitalia nel bel paese.
insomma per dei premiers che hanno fatto della lotta allo spettro del Comunismo il loro cavallo di battaglia, stanno attuando delle politiche economiche che Stalin gradirebbe parecchio

stavo facendo delle altre considerazioni l'altra sera insieme con degli amici: avendo letto di recente "il tallone di ferro" di J. London, rivedevo il teorema che compare in quelle pagine.
da una parte Babilonia, i capitalisti, dall'altra i lavoratori. in mezzo la "borghesia" ( che comprende anche i sindacati nella visione aggiornata del teorema, penso ndr) che dovrebbe mediare tra le due fazioni.
il metodo preferito dalla finanza per manovrare le scelte della borghesia si può riassumere nel motto DIVIDE ET IMPERAT: offri privilegi a parti della burocrazia così che siano loro a curare gli interessi del capitale - curando i loro stessi - senza far fare brutta figura a chi li manovra.
e i poveri?
diventano ancora più poveri...

mi sembra ce ne siano parecchie di situazioni simili presenti oggi sul territorio..
e mi sembra che anche se se ne parla in TV e si fanno dibattiti, anche se tutti gli intervistati concordano che stiamo assistendo ad una vergognosa truffa, la possibilità da parte dei cittadini, della giustizia, dell'opposizione, di intervenire per cambiare la situazione, siano nulle.


meditate genti meditate

Nessun commento: