mercoledì, luglio 30, 2008

portacontainers a vela..


date un'occhiata a quest'evoluzione causata dalle speculazioni in atto per il prezzo del greggio.
dopo essere uscita dal porto a motore ( come farebbe una qualsiasi barca a vela ndr), appena si alza il vento , anche dalla portacontainers si alza una vela!
niente di simile alle vele delle barche che siamo abituati a vedere gareggiare nella Coppa America con boma, alberi e tangoni e cc..
qui la vela è fatta come un aquilone ( il kite-surf esteso alla produzione industriale per capirci)

-----------------------------
qui l'articolo originale dal NYTimes.com e
qui un articolo dal sito della BBC.co.uk relativo al trasporto di una partita di vino tra la Francia e l'Irlanda con un veliero.

orti per pensionati a Firenze

bell'iniziativa portata avanti dal comune di Firenze che assegna piccoli appezzamenti agli anziani per permettere loro di coltivare un orto.
qui l'originale da la Repubblica web.

Alitalia, nuova puntata telenovela

oggi arrivano le dichiarazioni del premier che parla di una cordata per l'acquisizione della compagnia di bandiera.
cordata italiana.
5000 esuberi.

non potrà sfuggire al lettore attento che i dirigenti dell'azienda, concordando con i sindacati, solo pochi mesi fà avevano detto no ad AirFrance e KLM a causa dell'esubero di 2000 dipendenti.

e sempre oggi si riunisce il Consiglio di Amministrazione dell'Alitalia..

memori dei brillanti risultati raggiunti negli ultimi decenni, posssiamo solo aspettare ( con ansia ) la prossima puntata della telenovela..


mah...

martedì, luglio 29, 2008

Cuil, il nuovo motore di ricerca..




incredibile il lancio pubblicitario di cui è protagonista questo nuovo motore di ricerca..
tutt i quotidiani - italiani e non - che ho letto in questi giorni ne riportano la nascita e lo rapportano a Google, probabilmente anche perchè alcuni dei suoi creatori hanno lavorato per l'azienda di Mountain View ..
io ho provato a fare qualche ricerca e non è male.. adesso bisognerà aspettare che si sviluppi perchè per ora è ancora in fase di acquisizione dei dati a livello globale.
i presupposti di diventare l'antiGoogle ci sono: intanto per il numero di pagine indicizzate che sono 40 miliardi per Google e 120 miliardi per Cuil, e anche il diverso metodo di indicizzazione più legato al contenuto delle pagine che alla loro popolarità sembra interessante.
anche la grafica cambia: sfondo nero, più descrizione dei siti, spesso con un'immagine e 2 o 3 colonne per pagina ( anche se con solo 10 risultati per ricerca..)

e vediamo cosa si inventano ancora..

qui il link per Cuil.com

domenica, luglio 27, 2008

illuminazione pubblica doppia?
















ormai qualche mese fà ( marzo 2008) nella zona dove abito ( via Passo Buole ang Via Guala - Lingotto) sono stati effettuati lavori per rinnovare l'illuminazione pubblica.

cioè un bel giorno abbiamo visto arrivare camion, benne e operai, è stato fatto uno scavo al lato della strada, hanno interrato dei tubi, e, in alcuni tratti, messo a terra dei nuovi pali della luce ( senza peraltro togliere i vecchi pali - come da foto).

questo è durato all'incirca un mese.

poi il cantiere è stato spostato altrove.

da allora una sola volta c'è stata la ricomparsa di piccole squadre di operai che hanno ancora piantato qualche nuovo palo della luce..

adesso sono almeno 2 mesi che tutto tace.

e quello che rimane sono tratti di strada con doppi pali della luce - di cui continuano a funzionare solo i vecchi.

inoltre non dappertutto dove sono stati fatti i lavori di scavo sono stati sotituiti i pali..

intanto penso che tutti i cittadini della zona vogliano complimentarsi per il planning dei lavori..

vediamo quanto ci vuole per vedere la nuova illuminazione funzionante..

aspettiamo sviluppi che riporterò qui sul blog..

prove tenda















e siamo di nuovo alla vigilia dei grandi esodi e per molti nasce l'esigenza di tirare fuori dallo sgabuzzino la tenda e vedere se ci accompagnerà ancora una volta in giro.
una volta bisognava anche trovare il sacchetto dei picchetti e controllare le bacchette dell'intelaiatura...
oggi con le tende che si montano da sole, si fanno le prove per vedere come richiuderla nella custodia in dotazione!!
nella foto un esempio al parco Di Vittorio..

sabato, luglio 26, 2008

Tenta il suicidio a 103 anni

leggo sulla Repubblica.it ( l'originale lo trovate qui) di questo tentativo di suicidio di un uomo di 103 anni.
la motivazione?
"mi sono stufato", ha detto il signore alle forze dell'ordine che lo hanno tratto in salvo dalle acque dell'Arno dove si era buttato..

ah bè..

basta olii saturi in California

Schwarzy ( Arnold Schwarzenegger, il governatore..) ha firmato una legge che costringerà i ristoratori californiani ( la California è lo stato più popolato degli States ndr) a fare a meno dei grassi idrogenati nelle loro cucine a partire dal 2010.
il consumo di grassi saturi può comportare l'aumento di colesterolo cattivo e la diminuizione di quello buono, oltre a favorire la formazione di placche che contribuiscono all'ostruizione delle arterie.
multe da 25 a 1000 dollari se trovati in difetto.

bravo Schwarzy.

------------------------------

qui l'originale dal Los Angeles Times(.com)

---------------- ---------------------------
di seguito una tabella esplicativa in inglese che trovate qui in originale

Major Food Sources of Trans Fat for American Adults
(Average Daily Trans Fat Intake is 5.8 Grams or 2.6 Percent of Calories)
40%
cakes, cookies, crackers, pies, bread, etc.
21%
animal products
17%
margarine
8%
fried potatoes
5%
potato chips, corn chips, popcorn
4%
household shortening
3%
salad dressing
1%
breakfast cereal
1%
candy
Data based on FDA’s economic analysis for the final trans fatty acid labeling rule, "Trans Fatty Acids in Nutrition Labeling, Nutrient Content Claims, and Health Claims" (July 11, 2003)

Torino: il comune concorda un calmiere per il cibo

interessante iniziativa di cui leggo sul sito web de "la Stampa"
per l'autunno il Comune dovrebbe raggiungere un accordo che coinvolge la grande distribuzione, ma anche panetterie, macellerie panificatori ecc ecc
l'accordo prevede di applicare da ottobre uno sconto variabile dal 10-15% al 40% su un paniere di articoli alimentari considerati indispensabili.
bravi.
speriamo riescano a mettersi d'accordo.

----------------------------------------------
qui la notizia su "la Stampa.it"

giovedì, luglio 24, 2008

libri: Ti prendo e ti porto via


autore: Niccolò Ammaniti
editore: Oscar Mondadori
titolo: Ti prendo e ti porto via
Pagine: 452
prezzo:9 euro
commento: dove Torino data 24 07 08 voto 6 1/2
ad onor del vero, a tratti pensavo di leggere un rifacimento pulp di "Jack Frusciante è uscito dal gruppo" di Brizzi..
forse scritto qualche anno dopo, ma non tanti..
lo stile è simile e, in parte, anche le atmosfere da bassa padana e l'ambientazione - bucolica - descritte rimandano un poco all'altro volume.
la trama qui però si arricchisce di personaggi "particolari" e risvolti noir:
il carattere debole del protagonista, il varipinto milieaux di figure di provincia, le trasgressioni - alcune forti - dei diversi personaggi che si affacciano nella storia, ma anche la crudeltà degli adolescenti compagni di scuola e il finale - drammatico - caratterizzano e distinguono questo volume.

lunedì, luglio 21, 2008

ancora Federico dalle Seychelles

altro articolo dal Corriere della Sera relativo alla grave situazione in cui si trova un ragazzo di Torino ( e la sua famiglia), vittime di un raggiro nella capitale dell'arcipelago e in carcere da 11 mesi senza apparentemente possibilità di provare la sua innocenza ed estraneità ai fatti che gli sono imputati.

ho già scritto un post in merito e avevo previsto di seguire gli sviluppi della situazione.
continuo a non concepire il motivo per cui leggo queste informazioni su un torinese dal giornale di Milano.

qui l'articolo originale dal Corriere della Sera web di oggi.


aggiornamento del 02 08 08
Federico è stato processato, condannato ed espulso.
ora sta rientrando in Italia con la famiglia
qui l'articolo dal Corriere della Sera web

italy in the world





















" italiani prendono il sole a fianco delle zingare affogate"
titola cosi la Cnn oggi ( verso le 15,30 pm)
e per chiarire il concetto pubblicano una foto che riprende proprio due "italiani" seduti sulla spiaggia a pochi metri dai cadaveri delle due zingarette ( 14 e 16 anni ndr) affogate lunedì a Torregaveta, vicino Napoli..
cito dall'articolo - traducendolo - " pochi hanno lasciato la spiaggia o smesso di prendere il sole. All'arrivo della polizia mortuaria con le bare, le due ragazze sono state portate via tra file di bagnanti stesi al sole".
certo l'immagine lascia poco spazio a giustificazioni di sorta..
l'articolo riporta le reazioni di una parte del paese al comportamento altamente incivile e razzista, oltre a menzionare come anche l'UN abbia criticato il governo in carica per le misure contro i rom.

Napoli ci stupisce sempre..


mah..

--------------------------------

qui l'originale dalla Cnn.com

perso l'apparecchio fotografico? forse ritroviamo le foto!


interessante informazione che trovo su "lastampa.it" a questo link.
questo signore ho pensato di creare un posto virtuale dove poter postare e ritrovare le foto che vengono perse all'interno di macchine fotografiche dimenticate in giro.
un poco come trovare un ago in un pagliaio ma meritevole l'idea.

qui il link per il blog

domenica, luglio 20, 2008

the grand tour

iniziativa portata avanti dal NYTimes e che ha lo scopo di segnalare viaggi low-cost.
in questo periodo "the frugal traveller" viaggia attraverso l'Europa e oggi in particolare a Vilnius in Lithuania.
troverete anche filmati, indicazioni su bed & breakfast e sui posti da visitare.
interessante.

il link dal NYTimes web lo trovate qui

martedì, luglio 15, 2008

libri: slow travel






















autore Gaia De Pascale
editore Ponte alle grazie
pagine 138
costo 11 euro

commento luogo Torino data 13 07 08 voto 9 -

ebbene si, ho dato un 9!
nonostante stia leggendo ( e recensendo in parte) libri che mi piacciono finora non avevo mai asseganto un 9 ma questo se lo merita!
a parte il contenuto, che ho molto gradito, anche il modo di scrivere di questa scrittrice mi è molto piaciuto.
raffinato ma accessibile.
il concetto dello slow travel ci porta lontano dagli stereotipi che , ancora di più in questi giorni destinati alla vacanze quasi istituzionalmente, testimoniano l'affannosa ricerca di un andare lontano senza veramente cercare di conoscere il luogo dove andiamo e senza immergerci in un mondo che non può che essere altro dal nostro. ( mi sono fatto un poco influenzare dalla dialettica della scrittrice mi sa!!)
la fretta quindi, e la superficialità, entrambe viste come nemiche della voglia, ma anche della possibilità, di andare oltre la soglia del confezionato ad hoc per un turista che cerca ovunque vada i confort e gli schemi che ha lasciato a casa..
nella contro copertina del libro queste parole:
" ci vuole una bella dose di faccia tosta a posare una simbolica sedia sul ciglio della strada e restarsene lì, fermi e in silenzio, a guardare assorti il panorama, indifferenti alle auto che sfrecciano via o all'assordante rombo dell'ennesimo volo charter. Queste pagine nascono dalla volontà di mettersi sulle tracce dei luoghi e dei tempi, in cui è ancora possibile rallentare, sedersi su quella simbolica sedia e imparare così ad andare davvero lontano.", che non posso che riportare perchè riassumono benissimo il contenuto del libro.
c'è anche un'interessante capitolo finale dedicato alle pubblicazioni, ai siti web e alle manifestazioni che rientrano nell'ambito dello slow travel ( o slow living in generale).

consigliato.
con riserva.
( riserva: evitare di leggere in spiaggia sotto l'ombrellone in mezzo a miriadi di bagnanti. potreste essere presi da una irrefrenabile voglia di fuga e rovinare le vacanze a chi vi ha accompagnato.)

Google epidemie?

senza tregua la missione di Google di informatizzare il globo!
dopo le innumerevoli release dell'ultimo periodo ( dai Lab alle nuove versioni di Earth, allo sviluppo di Android ecc ec) ora la mappa delle epidemie..
http://www.healthmap.org/,
cliccando su questo link compare la homepage dove vengono segnalate le varie situazioni sanitarie sul pianeta.

qui un link relativo trovato su l'Unità web

sabato, luglio 12, 2008

Federico in carcere alle Seychelles
















leggo sul Corriere della Sera web la notizia che riporta le disavventure di un nostro concittadino incarcerato da quasi un anno alle Seychelles. Federico Boux, torinese, e la sua famiglia si sono trasferiti nell'arcipelago dell'Oceano Indiano qualche anno fa e sembra siano finiti nelle mani di un altro italiano, con passaporto seychellese, che pare voglia appropriarsi dei loro possedimenti sull'isola truffaldinamente.
Infatti il giornale racconta che la famiglia Boux, dopo aver aperto un'attività, appoggiandosi a Salvatore Procopio ( l'italiano con passaporto seychellese ndr) per i documenti necessari, si è accorta che i documenti relativi alla proprietà erano tutti intestati alla moglie di Procopio.
E che quando hanno cercato di parlare di quanto avevano scoperto a Procopio, hanno ricevuto come risposta una richiesta ingente di denaro per modificare i documenti.
E quando le sue pretese non sono state soddisfatte, ha attirato in una trappola Federico, facendolo accusare di detenzione di stupefacenti.
Federico è in carcere da 11 mesi e sta subendo percosse e maltrattamenti sia da parte dei secondini che da parte dei carcerati.
Anche Ralph Volcer, direttore del settimanale d'opposizione, dichiara che " il processo in corso non è normale e che qualcuno vuole impadronirsi di tutti i beni della famiglia Boux sull'isola."
Massimo Alberizzi, il giornalista autore dell'articolo, ha tentato di contattare il Procopio per avere la sua versione dell'accaduto ma l'italiano non era rintracciabile al momento.

brutta storia che fa venire in mente altri episodi del genere avvenuti in passato ( ad esempio quella coppia che l'anno scorso era stata arrestata - in Kenia mi pare - con l'accusa di traffico di stupefacenti perché erano stati trovati nella loro casa diversi chili di stupefacente, accuse poi ritrattate ..) e spesso risoltisi con un nulla di fatto, a parte il periodo terrificante che i poveri accusati ingiustamente devono trascorrere nelle carceri locali in dubbie condizioni.

aspettiamo gli sviluppi.

mi chiedevo: come mai devo leggere informazioni su un torinese sul Corriere della Sera di Milano?
ho cercato la notizia su La Stampa ma, nella versione web di oggi e di ieri, non compare neanche un trafiletto sulla storia..
nasce spontaneo chiedersi quale sia il target deciso dalla direzione del giornale piemontese..

comunque complimenti.

mah..


-------------------------------------

qui l'originale dal Corriere della Sera web

dossi 3D













leggo sul NYTimes web che a Philadelphia la municipalità' ha cominciato un esperimento con lo scopo di rallentare la velocità dei cittadini in auto.
niente di nuovo fino qui: tutte le nostre città italiane sono piene di dossi che volenti o nolenti ci fanno frenare prima di passarci sopra con l'auto.
ma invece degli abituali dossi fatti in cemento o asfalto o delle strisce imbullonate a terra, hanno utilizzato delle semplici strisce di plastica con un disegno tridimensionale.
l'ignaro automobilista avvicinandosi al dosso 3D non riesce a capire che sono solo delle impressioni grafiche e .. rallenta!
molto più veloce da montare e molto meno care.
non disturba le moto e le bici, e non intralcia deflussi di acque piovane e neve.
sono prodotte da un'azienda giapponese e sono già state installate in qualche città europea.
mi sa che nel giro di poco tempo anche noi cominceremo a vederle comparire..

da segnalare alla nostra municipalità?

qui l'articolo originale dal NYTimes di oggi in inglese

mercoledì, luglio 09, 2008

prove di orto a Torino 3


queste 2 piante sono una scommessa..
il nespolo viene dal nocciolo di una nespola che avevo mangiato qualche anno fa.
avevo provato a piantarlo per curiosità e questo è il risultato.
il limone ha avuto alterne fortune: comprato già interrato e con dei bei limoni attaccati ai rami, nei 2 anni consecutivi all'acquisto ha fatto solo verde ( foglie..).
l'anno scorso dopo un "accanimento terapeutico" intenso da parte mia, fatto di vari additivi naturali, ha prodotto 13 limoni piccolini. ( immangiabili ma ne ho fatto del limoncello...ndr)
quest'anno, per il momento, non sembra intenzionato a fruttificare ma aspettiamo..
sono ancora a livello sperimentazione anche per i limoni per cui si accettano consigli..

prove di orto a Torino 2


la gioia di mio padre: il susino.
anche questa pianta è stata interrata 2 anni addietro ma, probabilmente a causa della mia imperizia nella potatura, ancora non ha fatto neanche una susina!!
l'anno prossimo non lo poto e vediamo!!

prove di orto a Torino


come promesso ecco le foto di alcuni dei "prodotti" del mio orto. Non avendo giardino da coltivare ho fatto delle aiuole nel cortile e ho interrato 2 piante di vite ( moscato e regina)
le piante hanno 2 anni e quest'autunno dovrei raccogliere la prima "produzione"..
molto lavoro dietro quella manciata di acini ( ho dovuto anche creare la pergola..) ma anche molta soddisfazione ora che sono prossimo alla "vendemmia" ...
inizialmente l'obbiettivo era aumentare l'ombra nel cortile ma non avevo mai visto crescere una pianta di vite e così ho pensato di diventare "viticoltore"...
consigliato.

martedì, luglio 08, 2008

orti di città..

interessante articolo sulle nuove passioni che stanno nascendo ( o rinascendo) tra i cittadini italiani.
mentre quache anno addietro era un'attività riservata agli anziani che avevano magari lavorato la campagna in gioventù, ora sempre più giovani stanno riscoprendo il piacere di avere in casa una pianta verde.
E visto che si fa lo sforzo, perchè non piantare un pomodoro invece di una pianta da fiore?
o una zucchina?
ad esempio, il basilico o il rosmarino li troviamo già in vaso nei supermercati spesso..

per "scoprire" come cresce una pianta, per riappropriarsi delle stagioni e del ritmo del tempo e per ritrovare gusti che poco alla volta l'agricoltura "industriale" fa sparire..

qui un articolo da Kataweb.it - corredato di foto - sul nuovo trend verde..
presto un post con le foto della mia produzione torinese..

sabato, luglio 05, 2008

graffiti metropolitani















Torino 05 07 08
muri fabbrica Beinasco

+ amore
x favore

Zimbabwe: il video dei brogli

qui il video ( dal sito del Guardian.co.uk ) che prova quanto scritto relativamente ai brogli elettorali che hanno contraddistinto le elezioni in Zimbabwe
e mi vengono in mente le parole, urlate, di uno dei rappresentanti di Mugabe che in un'intervista alla stampa internazionale della settimana scorsa, pretendeva di non avere intromissioni da parte dei giornalisti stranieri negli affari interni dello Zimbabwe.

complimenti..
ho la sensazione che presto qualcuno prenderà aerei senza ritorno dallo Zimbabwe ( solo dopo aver inviato qualche decina di milioni di euro in una banca svizzera per assicurarsi una pensione da nababbo, certo..)

mah...


-----------------------------------

qui la notizia sul sito della BBC.co.uk
qui la notizia sul sito della Cnn.com

venerdì, luglio 04, 2008

libri: il tallone di ferro






















autore: Jack London
editore: Universale Economica Feltrinelli
pagine: 257
costo: 7 euro


commento: Torino data 23 giugno 2008 voto 8,5


su Wikipedia trovo che - forse - Ernesto Che Guevara deve il suo nome ad uno dei protagonisti di questo libro (Ernest Everhard) e che il volume è considerato un testo fondamentale per intere generazioni di socialisti di tutto il mondo..
effettivamente fin dalle prime pagine ci viene descritta un'America di inizio secolo contraddistinta dalla lotta di classe e dalle prevaricazioni dell'oligarchia regnante capitalista.
Ernest viene invitato nella casa di un intellettuale benestante e riesce con le sue argomentazioni a far cambiare opinione ad alcuni dei presenti sulla vera natura dei rapporti tra "padroni" e "lavoratori" in anni di sfruttamento bestiale dei proletari, senza diritti, assunti anche in tenera età, con scarsissima rappresentanza sindacale.
Tra coloro che rimangono più colpiti dalle parole di questo giovane socialista, c'è la figlia del padrone di casa - voce narrante del libro - che inizialmente contesta la visione del mondo di Ernest ma che dopo un'analisi piu attenta e approfondita della questione, deve ammettere la fondatezza delle sue critiche al capitalismo.
Insieme con lei, che se ne innamorerà e diventerà la sua compagna di vita e di lotta, anche il padre e un alto prelato cambiano idea sulla natura delle cose.
In seguito a questo perderanno tutti i loro possedimenti ( oltre a correre il rischio - e non solo il rischio - di vedersi rinchiusi in manicomio considerati in preda alla follia per aver rinnegato le loro origini e i valori dell'oligarchia al potere ndr) e il credito che pensavano di avere presso la classe dominante e ricominceranno una nuova vita, con alterne fortune, tra molti sforzi ma senza rimpianti.
la storia negli ultimi capitoli diventa una cronaca apocalittica degli scontri di piazza che contrappongono da una parte i proletari e dall'altra i rappresentanti del potere, entrambi convinti di essere nel giusto - convinzione nata partendo però da concetti antitetici.
Non c'è un finale tradizionale in quanto il libro termina con una frase lasciata a metà, molto probabilmente per indicare il fatto che la lotta tra il bene ( i lavoratori) e il male ( l'oligarchia capitalista e oppressiva - il tallone di ferro appunto) non era terminata e/o forse non ha fine..

consigliato.

ps: avevo letto un altro libro dello stesso autore ( Ricordi di un bevitore), molto diverso da questo per argomento, e mi era piaciuto.
apprezzo in particolar modo il suo modo di esporre i concetti e mi sorprende per la modernità delle sue opinioni

Sarko-uomo nero?

leggo questo articolo comparso oggi su le Figaro web ( e troverete qui nella sua versione integrale e in francese ndr) e penso che non solo da noi la situazione è grave..

allora: un'insegnate delle scuole elementari francesi ha assegnato un compito ai suoi allievi.
bisognava raccogliere delle foto che rappresentassero i sentimenti della gioia , della collera, della paura, della fatica e della cattiveria.
niente di straordinariamente difficile..
però...
però un alunno ha portato una foto di Sarkozy per raffigurare la cattiveria!
l'abbinamento era passato inosservato o comunque gli si era stata attribuita una valenza relativa, considerando giustamente l'età dell'alunno.
Fino a quando uno dei genitori della classe - dopo aver visto le foto esposte in una bacheca della scuola ndr - ha pensato bene di denunciare l'accaduto perché lo considerava un attentato all'immagine del capo dello stato.
ora un'inchiesta della polizia indagherà sull'accaduto..
si parla di mancanza di vigilanza da parte della maestra e di opportunità mancata per una lezione di educazione civica...

parecchio tempo da perdere anche dall'altra parte delle Alpi, vedo..

mah...

giovedì, luglio 03, 2008

penne digitali?




















scopro dalle pagine del NYTimes l'esistenza delle "penne digitali", gadgets elettronici che oltre a scrivere, mettono in memoria (Flash) quanto scritto e, una volta ritornati in ufficio, permettono di scaricare i dati sul pc (USB), esportando il testo come JPG o PDF, riconoscendo i caratteri scritti e tramutandoli in caratteri di stampa.
spettacolare!
diverse le aziende coinvolte nel progetto e diversi i prodotti sul mercato( alcune di queste penne digitali addirittura registrano la voce di chi sta scrivendo!!)
i problemi per la messa a punto di questo nuovo gadget sono ancora diversi: alcuni scrivono solo su determinate superfici, altri scrivono su tutto ma non registrano la voce ma, per ottimizzare un articolo con una potenzialità di commercializzazione enorme, verrano certamente messe in campo molte risorse...

-------------------------------------

qui il link alla pagina del NYTimes web relativa
qui il link alla Mobile Digital Scribe della Iogear
qui la Zpen della DaneElec