sabato, marzo 15, 2008

in Alabama si sta concretizzando il sogno del pastore tedesco...

L'articolo tratto dal NYTimes di oggi lo trovate qui.

una nuova legge è stata varata dal governo dello stato (Alabama) e messa in pratica con notevole diligenza nella contea di Andalusia, nel sud del paese.
con l'intento dichiarato di proteggere i diritti del nascituro, si procede ad analizzare il sangue di tutte le donne incinte.
e se nelle analisi vengono riscontrate tracce di stupefacenti, già durante la gestazione o immediatamente dopo la nascita la madre viene mandata in prigione ( con pene severe ndr) per aver messo in pericolo la vita del nascituro.
E la creatura ( qualora fosse già nata) viene affidata alle cure di qualcun altro della famiglia.
il giudice in questione, mr Gambril, sembra non fare alcuna distinzione tra feto e bambino.
in particolare spiega che la legge è stata scritta per assicurare ai neonati di vivere in un ambiente sereno e protetto,
e per lui non c'è differenza tra un ambiente esterno e il feto.
nè del resto sembra interessato a fare differenza tra uso occasionale di droga e dipendenza.
nell'articolo vengono riportati diversi esempi reali di quanto si sta concretizzando in questo paesino rurale.

fondamentalisti cristiani.
di quelli che piacciono tanto al pastore tedesco che sta a Roma in questi anni..

mah..

Nessun commento: