lunedì, marzo 03, 2008

going back ( to my roots?)


21 maggio 2007


sono stato assente per parecchio e mi scuso con quelli che non hanno piu’ trovato niente visitando il blog..

la vita qui procede a ritmi lenti e mi sono fatto risucchiare dal tran tran.. oltretutto e’ un periodo che piove tutti i giorni ( ieri notte sembrava una guerra.. inutile dire che e’ andata via la luce e sono rimasto a meta’ dell’unico film che ho mai cercato di vedere da qui su rai international.. un film di Fabio Volo che si intitola “la febbre”… sopravvivero’? si.) e si vive al rallenty…

In compenso ho letto parecchissimo.. tra l’altro ho scovato le uniche 2 copie in italiano presenti sull’isola di un autore francese che si chiama Bernard Moitessier che e’ un mito tra i navigatori a vela d’altura.. ne ha fatte di tutti i colori e a tutte le latitudini.. appena torno al paesello ( incredibilmente tra poco meno di un mese sigh..) cerchero’ di trovare le altre sue opere.. oltre ascrivere diversi libri, ha anche girato dei documentari sulla “grande rotta” un viaggio dove ha fatto 1 volta e mezzo il giro del mondo senza scalo per 10 mesi!! - per spiegarvi il tipo di personaggio : stava partecipando ad una regata intorno al mondo senza scalo partita dall’Inghilterra, stava vincendo e quando dall’Atlantico era ora di virare per rientrare a Plymouth, ha lanciato con la fionda su un mercantile che era nei paraggi un messaggio per informare che era troppo “incistato” con Joshua ( la sua barca, anzi il suo ketch..) e ha tirato diritto e si e’ poi fermato a Mororea nel Pacifico…- Un soggettino mica da ridere di cui non avevo mai sentito parlare prima di qualche settimana fa’..

Joshua e’ ancora viva, a differenza del suo proprietario.

Dopo essere stata spiaggiata a causa di una tempesta nel Messico e aver cambiato proprietario alcune volte ora dovrebbe essere in Francia, sulla Costa Azzurra. ( Gamby se mi leggi informati per favore..)

mi sa che me la vado a vedere appena posso…

per il resto.. ho rinunciato a fare un giro in Cina come era in programma.. il meteo ha lavorato ancora una volta contro la mia trasferta cinese.

Ed e’ la seconda volta che compro la Lonely Planet della Cina e non la uso - oltretutto pesano 1 kilo!

l’altra volta , qualche anno fa’, dopo aver letto “Asia” di Tiziano Terzani ero andato fino ad Hanoi in Vietnam e pensavo di rifare una parte del viaggio descritto nel libro.

Invece.. a Pechino nevicava che Buddha la mandava e io mi sono fatto ammaliare dal Laos prima e poi dalle spiaggie della Tailandia.

Questa volta invece pioveva su tutta l’Asia e… mi sono spiaggiato io qui nel golfo del Siam!!

Non so, spero proprio di riuscire prima o poi a vederla sta benedetta Cina!!

Mi sembra di capire che saro’ uno dei pochi italiani che torneranno dalle vacanze in Giugno.. per chi si sta organizzando, buon viaggio e fate i bravi.

Nessun commento: