mercoledì, febbraio 06, 2008

stupiti


tutti stupiti che Prodi faccia quello che aveva detto: non ricandidarsi.
certo scoprire che nelle loro stesse file ( parlo dei politici in generale ndr) ci siano ancora persone che fanno quello che dicono, deve essere stato sorprendente.
e sicuramente visto come una malattia da curare.
adesso vediamo cosa gli italiani faranno alle oramai certe prossime elezioni.
se gli italiani decideranno che preferiscono gli stessi che hanno ridotto l'Italia in questa aggregazione di personaggi che, forti solo delle preferenze ricevute e che loro stessi decidono verso chi pilotare, e hanno avuto il coraggio di chiedere a gran voce di ritornare alle elezioni utilizzando una legge elettorale propria di una lista massonica, le speranze di vedere un paese che cresce non esistono.
se gli italiani decideranno che preferiscono una coalizione che non ha identità al di fuori di quella del suo "padrone", prevedo tempi ancora più duri per la libertà e la fiducia nelle isituizioni.
se gli italiani decideranno che gli stessi che si sono fatti le leggi ad-personam e che in questi ultimi tempi godono delle modifiche fatte all'ordinamento giudiziario per non essere condannati per atti che hanno compiuto quando erano ancora reati, la degenerazione del sistema è assicurata.
se gli italiani non si rendono conto ( e , mi spiace dirlo, ho la sensazione che siano tanti) che il cambiamento deve nascere proprio dal loro comportamento di tutti i giorni, non potremo lamentarci quando la malavita organizzata aumenterà ulteriormente la sua influenza nella vita civile ( fino alla paralisi della situazione econimica in certi settori..)
se gli italiani continueranno a pensare che il Paese è una "cosa" astratta e che la preoccupazione più grande è esclusivamente il proprio benessere indipendentemente da come lo si ottiene e a spese di chi, continueremo a vivere di rendita su quanto hanno fatto nei secoli passati i nostri antenati ( che sicuramente si vergognano di noi..) e a scendere nelle classifiche internazionali.
se gli italiani contiueranno a permettere che personaggi di bassa levatura e con percentuali minime di votanti, condizionino con i loro giochini di allenaze lo sviluppo del Paese , l'imbarbarimento è certo.

che la sinistra riesca a votare compatta ormai non ci crediamo più.
e oltretutto anche da questa parte dello schieramento la compattezza dura poco.
troppo protagonismo e nessun gioco di squadra.

le liste civiche.
chissà che non si nasconda proprio lì la svolta democratica che spazzerà via una classe politica e un modo di fare politica che giova solo ai suoi protagonisti.


Powered by ScribeFire.

Nessun commento: