mercoledì, febbraio 20, 2008

baffino e il conflitto d'interessi

non è la prima volta che noto una anomala accondiscendenza da parte di D'Alema verso il Berluska.
oggi, tanto per confermare le mie parole, leggo questo pezzo scritto da "la Repubblica"

------------- ---------------------- ---------------------
09:55 Conflitto interesse, D'Alema: "Legge si farà ma priorità sono altre"

"Una legge per regolare il conflitto di interessi va fatta, è nel programma,
ma le priorità sono altre, come il lavoro o il tema della sicurezza".
Lo afferma Massimo D'Alema a Radio anch'io. All'obiezione che, pur con
una maggioranza, il centrosinistra non ha fatto la legge, D'Alema
spiega: "E' difficilissimo fare una legge seria in questa materia,
perché su questo punto c'è la massima opposizione di Berlusconi, che si
occupa di tutto, ma di questo tema in modo particolare... In questa
legislatura avevamo una maggioranza ristrettissima, completamente erosa
al Senato". Quanto alla legge fatta dal centrodestra è "una finzione",
"basti pensare - sottolinea il vicepremier - che mentre proibisce a
Confalonieri di diventare presidente del Consiglio, lo consente al
proprietario delle tv".

--------------------- ------------------------ -----------------


volevo fare notare allo statista-velista che sono almeno 20 anni che c'è bisogno di una legge che regolamenti il conflitto di interessi.
ennesima dimostrazione di quanto i vertici della politica siano impermeabili a quanto richiesto a gran voce e in più occasioni da noi cittadini...

me ne ricorderò in Aprile..

qui l'articolo originale




Nessun commento: