domenica, gennaio 13, 2008

bravi quelli della Thyssen..

sono stati sequestrati alcuni documenti interni durante un'ispezione all'acciaieria di Terni di proprietà della Thyssen.
nell'analisi, scritta in tedesco, si commenta il comportamento degli operai sopravvissuti (che "fanno gli eroi in tv"..), della città di Torino ("un pò troppo comunista" per la direzione tedesca, e addirittura si risale al passato degli anni di piombo nella disamina) e infine il contesto politico italiano (ipotizzando che il governo Prodi avrebbe utilizzato l'attenzione dei media sulla tragedia torinese per distogliere il Paese da una ipotizzata crisi governativa)
tutto ciò per prepararsi a difendersi in giudizio.

ho una mezza idea che in Germania c'è qualcuno che "dorme preoccupato" da quando sono stati sequestrati questi documenti.
sono convinto che la Magistratura Italiana, e quella torinese in particolare, non mancherà di chiedere spiegazioni in merito ai responsabili della ditta tedesca.

Traspare dalle parole presenti nei documenti quanto ripetuto nei giorni della tragedia : che la logica del profitto, incurante delle condizioni che portano al suo raggiungimento (mancanza di sicurezza per i dipendenti, turni doppi ecc ecc), è l'unica legge che guida questi signori.

e se la "forza lavoro" viene meno, ce ne saranno sempre degli altri da assumere...

qui l'articolo dalle pagine web de "il Corriere della Sera"
e vediamo se quelli de "la Stampa" domani si decidono a parlarne..

Nessun commento: